Cristina, specializzata in Microbiologia e Virologia all’Università degli Studi di Milano, ha appena dato il via al suo percorso di formazione sostenuto da Progetto Professionalità.  Ecco cosa le aspetta e quali sono le sue prime impressioni.

“Al termine del mio percorso universitario e affacciandomi al mondo del lavoro, sono riuscita, grazie al Progetto Professionalità Ivano Becchi, a ottenere un’ineguagliabile opportunità di crescita professionale e personale, realizzando il sogno di lavorare in uno dei migliori laboratori di ricerca su HIV, collaborare con i migliori ricercatori al mondo e partecipare a conferenze internazionali di altissimo livello.

Sto partecipando ad un progetto di ricerca dell’HIV Dynamics and Replication Program in Frederick (Maryland, USA), appartenente ai National Institutes of Health (NIH) del dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti. L’ obiettivo di questo progetto è una maggiore comprensione di come e dove il virus HIV permane all’interno del nostro organismo anche durante una terapia efficace. Infatti l’attuale terapia antiretrovirale per HIV non è curativa, non essendo in grado di eliminare il virus dall’organismo. Il virus permane in alcuni tessuti, detti santuari o reservoir virali, che ne garantisco una continua replicazione che, seppur minima, è sempre presente in concentrazioni estremamente basse, detta viremia residua. Attraverso tecniche ultrasensibili di rilevamento e sequenziamento a singola cellula e del singolo genoma virale sarà possibile studiare la presenza del virus in diversi tessuti e indagare la sua evoluzione rispetto al trattamento farmacologico. Queste innovative tecniche di biologia molecolare saranno il futuro della diagnostica microbiologia anche italiana e nell’attuale panorama scientifico in continuazione innovazione sono sempre più necessari specialisti in Microbiologia in grado di gestire, interpretare correttamente e tradurre i dati di laboratorio al servizio del clinico per ottimizzare la gestione terapeutica del singolo paziente.  Questa esperienza potrá fornire un ottimo bagaglio pratico e teorico per il mio futuro professionale non solo nel campo della virologia, ma in tutti quegli ambiti della biologia molecolare applicati sia alla diagnostica sia alla ricerca.

Il mio percorso formativo é iniziato con la partecipazione ad una conferenza internazionale nel campo della microbiologia, ECCMID 2018, che si è svolta dal 21 al 24 aprile a Madrid. La partecipazione a questa conferenza, che ha radunato circa 12000 esperti mondiali nel campo delle malattie infettive, nel controllo delle infezioni e nella microbiologia clinica, è stata per me una grande opportunità di formazione e scambio sulle principali tematiche e in particolare sull’utilizzo nella routine diagnostica delle innovative metodiche di biologia molecolare, nelle quali vorrei specializzarmi. In questa conferenza sono anche autrice di un lavoro che  stato pubblicato e presentato come ePoster-viewing relativo ad una particolare forma ricombinante del virus HIV, ritrovata in alcuni pazienti arruolati nel mio progetto di tesi precedentemente svolto in Benin. 

Continua a leggere il Blog delle Idee che fanno carriera per seguire l’esperienza di Cristina. Quali sfide dovrà affrontare nei prossimi mesi?

Se anche tu hai un sogno in ambito professionale, proponi la tua candidatura visitando il sito della Fondazione Banca del Monte di Lombardia.