Per arricchire le sue conoscenze dopo il percorso universitario, Giulia ha scelto di Progetto Professionalità. Ecco il suo racconto:

“Ho conosciuto Progetto Professionalità attraverso il passaparola e non avevo in mente un progetto formativo specifico: mi sarebbe piaciuto intraprendere un percorso in ambito museale, approfondendo soprattutto gli aspetti e le tematiche legate alla governance, studiate a livello teorico all’università ma delle quali non ho ancora avuto modo di trovare un riscontro pratico.

Una volta trovato l’ente, il Museo delle Culture di Lugano (MUSEC), l’iter per fare domanda è stato facile e abbastanza lineare.
Il mio percorso comincerà con la partecipazione al XXVI Congress on Cultural Management and Policy, organizzato dall’European network on cultural management and policy, che si terrà a Bucarest dal 26 al 29 settembre. Il convegno sarà incentrato sugli scenari che si aprono per il settore culturale dopo il 2018, anno europeo del patrimonio culturale, e, in concomitanza, si terrà anche lo Young Researcher’s Forum, rivolto ai ricercatori emergenti: sono sicura che questa sarà una grande occasione di scambio e arricchimento sulle tematiche di studio e sulle attuali metodologie d’analisi del settore, grazie al confronto con esperti e professionisti internazionali.

Per 6 mesi collaborerò poi con il MUSEC, dove affiancherò lo staff nell’aggiornamento della certificazione di qualità dalla versione 2008 all’attuale ISO 9001:2015, analizzando il funzionamento del museo sia nella prospettiva gestionale che sul piano operativo, contribuendo all’elaborazione e al rinnovamento dei parametri dei processi e alla classificazione delle attività.

Da questa esperienza vorrei apprendere e acquisire un metodo di lavoro, anche grazie ai corsi di formazione che seguirò durante il percorso finanziato dal Progetto, che sia poi attuabile nel settore culturale italiano.

In conclusione, Progetto Professionalità è per me una grandissima opportunità per sviluppare una specifica competenza nel settore in cui vorrei lavorare, aggiungendo ulteriore valore e arricchendo le mie competenze dopo la formazione universitaria.”

E tu? Cosa ti servirebbe per migliorare il tuo futuro?

Raccontaci cosa ti piacerebbe fare e proponi la tua candidatura.